Another earth – Usa 2011 – di Mike Cahill

Un film intenso, interessante, avvolgente. Fa ben sperare il giovane regista alla sua opera prima, Mike Cahill. Una storia importante, definitiva della vita di un uomo e di una giovane donna che il destino ha costretto drammaticamente a incontrarsi, influenzarsi, aiutarsi. Un dramma della vita che può volgere a possibilità attraverso la porta della volontà del sentire, dell’assecondare la propria sensibilità, della non paura di soffrire pur di vivere e stare nella verità, in questo caso è la verità del proprio dolore. Entrambe lo hanno accettato senza nasconderselo e questo ha permesso loro di non rifiutarsi e di riconoscersi nel momento del reciproco bisogno.

Attori

Una storia importante con qualcosa in più. Il qualcosa in più è l’aspetto non realistico, fantascientifico, della presenza di un’altra Terra identica alla nostra, con la sua Luna come la nostra, con le stesse identiche persone, quindi con un altri “noi”, o meglio: un altro io per ciascuno di noi, che ha compiuto la stessa vita, in totale sincronia con noi, fino però ad un certo punto. Nel momento in cui qualcuno ha scoperto Terra2 la sincronia è andata persa ed allora tutto è stato possibile. Terra2 non è più il nostro specchio, è uno specchio sì, ma rotto.

Dovrebbe bastare questo per intuire quanto la concomitanza del fattore realistico con quello non realistico (che diventa simbolico e metaforico) renda affascinante questo film, portandoci a seguire la vicenda non con gli occhi della nostra quotidianeità, ma con gli occhi trasfigurati dalla bellissima presenza nel cielo di questa nuova entità; il nostro sguardo di spettatore si fa quindi più approfondito, osserviamo lo svolgersi della vicenda ed intanto interiorizziamo qualcosa di nuovo e sconosciuto che ci dà altre possibilità di interpretazione, esattamente come accade ai protagonisti del film. Terra 2 è la causa di due vite sconvolte ed il motore della rinascita, Terra2 modifica il modo di pensare, la percezione dell’esistere di Rodha (Brit Marling) e di Jhon (William Mapother) ed è un significativo e profondo valore aggiunto per il film. Bravissimo il regista. Bellissima questa idea. Riuscita. Originali le riprese, i colori e la lentezza del film che diventa ponderatezza. Veri i volti, i luoghi e le interpretazioni di Brit Marling e William Mapother. Bravissimi tutti.

Dafne

Enhanced by Zemanta
Annunci

3 comments

  1. anche a me è piaciuto, la cosa straniante è che, proprio come dici tu, è un film con l’estetica da Sundance( fotografia sgranata, molti primi piani, la mdp pedina ossessivamente i protagonisti) a cui è aggiunto un elemento fantascientifico fondamentale per rendere esauriente il quadro. Another Earth è la seconda occasione che tutti dovrebbero avere!

    Mi piace

Lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...