” I Masnadieri” Schiller – regia di Gabriele Lavia

Un trattato filosofico messo in scena, di straordinaria efficacia. Tramite le parole dei personaggi si parla di Natura, Destino, Legge, Amore e delle forze opposte che agiscono nell’uomo. Ciascuno dei personaggi della tragedia ci fa porre domande su uno dei grandi temi.

I personaggi sono  Karl e Franz, fratelli; il loro padre Maximilian Conte di Moor; Amalia, la donna amata da entrambe i fratelli.

Il promogenito Karl, prediletto dal padre, ha velleità di rivoluzionario, è intenzionato a cambiare il mondo, non crede nella Legge e per questo si allontana dalla famiglia, salvo, successivamente, chiedere perdono e voler tornare dal padre e dalla sua amata Amalia.

Il fratello Franz, si sente ingiustamente colpito dalla Natura inquanto secondogenito e, oltre che essere esteticamente poco accettabile, sa che suo fratello è preferito dal padre. Inoltre è segretamente innamorato di Amalia, la donna del fratello.

Masnadierilavia1

Il padre, inconsapevolmente, in effetti ha una specifica affinità con Karl, preferendolo a Franz.

Questo è il nodo centrale, ma raccontare la trama non è comunque sufficiente a spiegare la complessità della situazione, e le sfumature che caratterizzano i pensieri dei protagonisti, in particolare Karl con il suo problematicissimo itinerario che mette in evidenzia tante fragilità umane.

Ecco alcune parole di Franz : “Non sono la carne o il sangue, è il cuore che ci rende padri e figli…” e ancora “Ho ottime ragioni per essere in collera con la natura e le farò valere..Perchè non sono strisciato per primo fuori dal ventre di mia madre? Perchè non sono stato il solo? Perchè mi ha imposto il fardello di questa ripugnante bruttezza?…” “Voglio distruggere tutto ciò che mi impedisce di essere il padrone. E devo diventare il padrone per ottenere con la forza ciò per cui l’amabilità mi manca”.

Ecco, dalle sue parole si capisce bene che Franz vuole agire modificando ciò che la Natura ha deciso per la sua esistenza. Il gesto è quello di far credere al padre che il prediletto Karl ha disonorato  il nome di famiglia facendo in modo di farlo ripudiare. Questo, proprio quando Karl sta decidendo di tornare a casa, dopo aver sperimentato l’inutilità delle azioni di forza. Queste le parole di Karl: “All’ombra del mio bosco paterno, tra le braccia della mia Amalia mi attrae un piacere più nobile..”

Il gesto inconsulto di Franz farà precipitare tutti verso una immane tragedia, come a dire che il sovvertire le regole di Natura non può che portare catastrofe e quando l’intelletto si affina lo fa a spese del cuore.

La giovane compagnia diretta da Gabriele Lavia ha dimostrato di recitare con una grande forza emotiva, capace di coinvolgere il pubblico, incantandoci nei riuscitissimi monologhi. Molto interessante la recitazione degli attori che impersonano i due fratelli, assai convincente e coinvolgente anche per l’attenzione posta alla specifica postura e modo di muoversi di questi due protagonisti amplificandone così la forza epressiva, e rendendoli personaggi a tutto tondo.

I20masnadieri20simone20toni_1

Il fatto che la tragedia di Schiller sia stata ambientata da Lavia negli anni ’80, dimostra la certa attualità delle tematiche, dimostrandone l’universalità, e la necessità di interrogarci ancora oggi su questioni morali che dovremmo sentire insite nella natura dell’uomo e quindi presenti in ogni tempo.

Una messa in scena di questo tipo è assai più dirompente nell’immaginario di giovani e adulti, di pagine e pagine di dissertazioni su questi temi. Da mettere assolutamete in evidenza la povertà della scenografia: una poltrona, un lungo tavolo, il candeliere, la vestaglia rossa, qualche chitarra; tutto questo non fa che aumentare la suggestione e parlarci di vero teatro.

Annunci

3 comments

Lascia un tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...